BUSKERS: TALENTO SU STRADA / by OnOff

I fotografi di strada tendono ad essere sociali nel senso che possono scendere in strada e sentirsi a proprio agio in mezzo alla gente, ma allo stesso tempo sono anche solitari, osservi e abbracci e prendi, ma rimani indietro e tenti di rimane invisibile.
— Joel Meyerowitz (Fotografo)

Da una costola di Lost in Provence nasce Buskers: Talento su strada.

In Francia il rapporto della gente con gli artisti di strada è molto diverso rispetto al nostro approccio un po scettico e superficiale del fenomeno. Così come dietro alla Street Art si celano veri e propri pittori moderni, studenti e studiosi di arte, così gli artisti di strada (Buskers) non sono dei "poveracci" che elemosinano per strada, ma sono persone di talento che si esibiscono in strada, che amano il contatto con il pubblico, che portano la loro forma d'arte in luoghi diversi, ed in Francia come in altri paesi lo sanno. La strada è un palcoscenico difficile da calcare è una dimensione completamente diversa. Mi viene naturale fare un parallelo con lo sport che amo di più il basket...

Il basket di strada è un altro sport rispetto al classico basket che si gioca nei palazzetti, nelle palestre, le differenze sono tecniche, non ci sono molti schemi ed il gioco individuale "1 contro 1" è la base, differenze a livello fisico, in quanto i contatti sono maggiori e tollerati e le doti atletiche sono un vero fattore, ed infine differenze a livello ambientale, perchè giocare sul cemento, sull'asfalto è decisamente un altra cosa, sia per gli appoggi a terra, sia per le possibili conseguenza di piccole e grandi cadute. Ma la differenza più grande è che sicuramente il Basket ha possibilità di guadagno maggiori.

Ma nonostante quello che quest' ultimo aspetto ci potrebbe far pensare, ci sono esempi di veri e propri campioni dei playground americani, autentici miti.

Earl "The Goat" Manigault è un esempio di un campione che ha solo sfiorato il basket professionistico ma è considerato, da molti, il più grande giocatore di tutti i tempi (chiedete pure a Kareem Abdul Jabbar) .

La strada è altro, ha una sua dignità ne meglio ne peggio è diversità.

Nell'arte come nello sport la strada nasconde ed esalta talento e da questa considerazione che nasce Buskers: Talento su strada, con la voglia di dare una vetrina particolare ad artisti speciali.

Buona Visione